Isola di Ponza: cosa vedere durante la vacanza

L’isola di Ponza è la più grande dell’arcipelago ponziano, meta perfetta per una vacanza all’insegna del relax, della buona cucina o una fuga romantica. Mentre durante l’inverno la vita degli isolani scorre tranquilla e pacifica, nei mesi estivi viene assalita da frotte di turisti sia italiani che stranieri. Facilmente raggiungibile durante tutto l’arco dell’anno, attraverso i traghetti o i più veloci aliscafi dai porti di Formia, Anzio e Terracina, l’isola richiama infatti moltissimi amanti del sole e del mare dallo spirito avventuroso. Già, perché Ponza dispone sia delle classiche grandi spiagge più votate a un turismo di massa, che di piccole calette isolate e solitarie, per la maggior parte raggiungibili solo tramite barca o canoa. Ma il mare non è certo il suo unico punto forte: l’isola di Ponza è un luogo che ancora conserva le tracce degli antichi popoli che la abitarono, come i Greci e i Romani, che ci hanno lasciato in eredità un patrimonio di altissimo interesse storico e paesaggistico.

cosa vedere cosa fare ponza itinerari

Cosa vedere a Ponza in una gita di un giorno

Se puoi concederti solo un giorno di relax nella bellissima isola di Ponza, sfruttalo per vedere il borgo antico e fare un giro delle belle spiagge che la sua costa offre. Arrivato a Ponza sarai accolto immediatamente dalla visione del bellissimo porto borbonico, situato al centro della baia che accoglie il borgo. Risale al Settecento e fu voluto dal re Ferdinando IV di Borbone come completamento del progetto di urbanizzazione dell’isola. A forma di ferro di cavallo, si inserisce in quello che era l’antico porto greco e funge anche da camminata sul lungomare per i turisti. Al centro della cittadina di Ponza sorge la chiesa dei Santi Silverio e Domitilla, di pianta quadrata e costruita in tufo locale. Sempre restando vicino al borgo si può visitare anche il Giardino Botanico, situato sulla Collina del Belvedere a picco sul mare, che fu ideato negli anni Ottanta come luogo di raccolta di tutte le piante tipiche dell’arcipelago, ma soprattutto delle rare orchidee selvatiche.

Le spiagge da vedere

Per quanto riguarda il mare ci sono diverse baiette e cale dai colori limpidi e invitanti, contornate da una scenografia magnifica fatta di rocce e vegetazione mediterranea. Cala di Luna, Bagno Vecchio, Feola sono spiagge stupende, raggiungibili attraverso suggestive passeggiate a piedi. Utilizzando una barca invece potrai arrivare alle vere e proprie perle dell’isola, Cala del Core e Cala Felci, angoli di paradiso, isolate rispetto alla rete dei sentieri. Se invece vuoi qualcosa di più comodo c’è sempre la Spiaggia del Frontone, che in estate dopo il tramonto si trasforma in una discoteca all’aperto.

Cosa vedere a Ponza in un week end

Sei hai a disposizione almeno due giorni per farti un fine settimana, avrai abbastanza tempo per girare un po’ di più l’isola, vedere qualche sito interessante in questo luogo ricco di storia, o provare l’esperienza delle immersioni subacquee. Ponza infatti è anche una meta ideale per appassionati di diving: i suoi fondali limpidi e ricchi di vita rappresentano ancora un ecosistema capace di garantire una florida biodiversità marina, un bene naturalistico che merita ammirazione e soprattutto tutela.

Il giro dell’isola: Ponza, Palmarola e Zannone

Oltre al classico giro dell’isola, ci sono compagnie che offrono anche un tour in barca che prevedere delle soste nelle incontaminate isole di Palmarola e Zannone. Luoghi pieni di fascino e mistero, molto suggestivi da raggiungere in barca sono le Grotte Azzurre, quella degli Smeraldi, della Maga Circe e le Piscine Naturali dove tuffarsi e fare un bagno nell’acqua trasparente e tranquilla. Tra le varie grotte da visitare la più suggestiva è senza dubbio quella di Ponzio Pilato, un sistema di tunnel di epoca romana, parzialmente sommersi e collegati a una piscina centrale, che pare potesse essere una vasca per l’allevamento dei pesci, ma alcuni pensano che questi cunicoli potessero fungere anche come bagni privati della villa romana di Ottaviano Augusto, che sorgeva più innalzata nello stesso punto della costa. Un’altro elemento molto particolare che attrae un certo turismo sono le case scavate nella roccia costruite dagli isolani, vere e proprie abitazioni usate da secoli e forse costruite sin dalla preistoria. Se ne possono trovare varie nella località Le Forna, ancora oggi alcune sono abitate o usate come casette estive.

cosa vedere cosa fare ponza itinerari

L’isola di Ponza rappresenta davvero una meta ideale per brevi soggiorni e grazie al meraviglioso clima di cui gode, le calette misteriose, i sapori genuini del mare e la bellezza dei suoi colori ti farà sognare di poterci stare non solo per uno o due giorni, ma per una vita intera.

Categorie: Isola di Ponza