Vacanze alle Isole Eolie? I suggerimenti su cosa vedere e visitare

L’arcipelago delle Isole Eolie si trova nel Mar Tirreno a nord della Sicilia e comprende ben sette isole, di cui le più grandi sono Lipari, Vulcano e Salina. Le altre non sono da meno per bellezza e sensualità geologica e sono: Filicudi, Stromboli, Panarea e Ustica. Tutte queste isole sono di origine vulcanica, i Greci chiamavano le isole dell’arcipelago Eolie, nome che prende ispirazione dal mitico Eolo, re dei venti, che regnava su di loro.

Le isole Eolie sono state un’importante meta turistica da tempo immemorabile grazie ai tesori culturali, al clima e al mare che è limpido, caldo e adatto a vari sport acquatici e attività sulla sabbia. Di conseguenza, le principali isole di Stromboli, Lipari e Vulcano possono essere piuttosto affollate in estate, anche se nei periodi di giugno, luglio e settembre è possibile godersi anche un po’ di relax, oppure si può emigrare sulle isole più piccole, tranquille anche nei mesi estivi di maggior affluenza turistica.

Le escursioni e le immersioni sono le attività sportive più popolari nelle isole ed è anche possibile fare escursioni lungo i lati dei vulcani e in barca intorno all’arcipelago.

cosa fare vedere isole eolie

Vista su Salina, Lipari e Vulcano

Lipari

Il tour di solito, inizia con Lipari, la città e l’isola più grande che è anche il luogo principale per l’approdo delle barche e le escursioni fra le altre isole. Nella stessa Lipari, dal porto, è possibile raggiungere la Cittadella e Piazza Mazzini che si affaccia sul castello, una fortezza costruita dagli spagnoli nel XVI° secolo.

Nelle vicinanze si trova la Chiesa di San Antonio, che contiene due dipinti antichi di Giovanni Tuccari (Messina, 1667-1743). All’interno della cinta murata troverai anche la Chiesa di Santa Caterina (XVII secolo) e la Chiesa dell’Addolorata (XVIII secolo, con alcuni dipinti di Gerolamo Alibrando, nato a Messina nel 1470). Nella stessa zona si trovano gli scavi dell’antica Acropoli greca, con molte iscrizioni e vasi attici derivati ​​dalla necropoli della Contrada di Diana, oggi esposti nel Museo.

La Cattedrale di Lipari

Altrettanto notevole è la Cattedrale di San Bartolomeo, il santo patrono di Lipari. Sembra che le origini della Cattedrale risalgano fino ai tempi della caduta dell’impero romano; è stato tuttavia consacrata nel XII° secolo. Particolarmente affascinante è anche a galleria esterna, sostenuta da pilastri con vari ornamenti.

L’interno presenta tre navate e alcuni dipinti molto interessanti: degni di nota sono alcuni affreschi raffiguranti le Storie dell’Antico Testamento (XVIII secolo), una Madonna del Rosario (XVII secolo) e alcune opere di Antonio Mercurio (1660-1738) .

Museo Eoliano di Lipari

Non dimenticate di visitare anche il Museo Eoliano, che è diviso in varie sezioni fra cui una sezione preistorica (I-VI secolo) con reperti risalenti al Neolitico; le iscrizioni e i vasi attici della necropoli di Diana, fra cui il Bothros of Eolo, sono una sorta di grande cisterna contenente manufatti risalenti alla fondazione della città. Per gli amanti della storia dell’arte e dell’archeologia, questo è un tempio sacro.

C’è anche una sezione con iscrizioni su cippus, sarcofagi e stele, e nella sezione per le isole minori ci sono alcune collezioni di vasi da Panarea, Alicudi e Filicudi. La sezione classica presenta reperti della necropoli greca e romana e molte opere di gioielleria, mentre le ultime due sezioni del Museo Eoliano di Lipari sono dedicate ai vulcani e ai reperti paleontologici quaternari.

Attrazioni locali ed escursioni

Ci sono un buon numero di attrazioni turistiche sulle isole Eolie ed è facile fare escursioni interessanti nelle isole minori, ad esempio, puoi fare la scalata sul cratere del vulcano di Stromboli (le escursioni notturne sono particolarmente eccitanti).

È possibile scalare uno dei vulcani estinti come Monte Sant’Angelo per ammirare incantevoli viste su Lipari, mentre Stromboli è visitata per il suo vulcano attivo che può essere visto senza alcun pericolo. Ti consigliamo inoltre di visitare l’imponente Grotta del Cavallo e la piscina di Venere, la cosiddetta Valle del mostro (un luogo di rocce vulcaniche nere con forme strane), e la Grotta di Pomice.

Altre escursioni popolari includono la Falesia di Pollara sull’isola di Salina e la Punta del Corvo a Panarea, dove si possono vedere le rovine di un villaggio preistorico (un villaggio simile può essere visto anche a Filicudi). Alcuni di questi tour sono guidati da personale qualificato. Per chi ama le spiagge e il mare, le isole Eolie offrono bellissime e ben attrezzate spiagge a Lipari, Canneto, Salina, Alicudi e Filicudi. Per maggiori informazioni leggi gli altri articoli presenti sul sito dedicati a Filicudi, Alicudi e Panarea, in questo modo potrai organizzare meglio il tuo viaggio e le escursioni nelle isole minori.

Gastronomia: lo stile eoliano

In ogni posto sulle isole puoi gustare alcune specialità gastronomiche tipiche della zona delle isole siciliane. Queste includono: i noodles con ragù di carne per scorfano, i noodles con frutti di mare, ravioli di pesce, involtini di pesce e ravanelli, maccheroni con gamberetti, le pappardelle ai gamberetti, il pesce grigliato… il tutto accompagnato da uno dei numerosi vini bianchi e rossi delle isole.

Se stai cercando un luogo dove trascorrere le vacanze con la famiglia in relax, con gli amici per divertirti, o con il partner per una vacanza romantica, le Isole Eolie rappresentano un luogo paradisiaco dove scoprire nuovi mondi incantevoli e abbandonarsi alle emozioni immersi nella natura incontaminata.

Se stai per pianificare il viaggio per le Isole Eolie ti suggeriamo di anticiparti e prenotare subito il biglietto dei traghetti. Se non parti da Napoli consulta il nostro preventivatore selezionando la tratta Isole Eolie

Categorie: Isole Eolie